sabato 12 luglio 2014

Sul comodino #1

 

  • SAW/READ

Come sa chi segue l’animazione giapponese abbastanza assiduamente, queste due settimane hanno dato l’inizio alla stagione estiva e queste sono state le quattro serie che più mi hanno presa al momento:

anime_est

Free!! Eternal Summer, Tokyo Ghoul, Aldnoah Zero, Love Stage

(In realtà mi manca ancora Zankyo no Terror da vedere ed è molto probabile che rientrerà fra quelli che mi ispirano di più)

Abbastanza prevedibile, c’è il seguito di Free!!: al di là del palese occhio strizzato al mondo del BL e delle fangirl, continua ad essere quella serie fresca e ben fatta della scorsa stagione, con un buon miscuglio tra comicità e angst. Inoltre ho sempre guardato con piacere le gare olimpioniche di nuoto su vasca, quindi Free!! è un insieme di elementi che adoro già in partenza.
Tokyo Ghoul si presenta come un horror/splatter, ma credo che andando avanti non verrà risparmiata una parte filosofico-morale, cosa che apprezzo sempre molto in una serie. Inoltre a livello grafico mi ha fatto una bellissima impressione.
UROBUCHI. Credo non ci sia altro da dire sulla qualità che ci prospetta questa serie. Inoltre la collaborazione con Sawano alle OST/ED e Kalafina per la OP ha reso questo primo episodio, insieme a una “direzione della fotografia” a dir poco eccelsa, un ottimo inizio. Aldnoah si presenta come una ripresa e continuazione del tema sviluppato in Gargantia, dove viene data solo una parziale risposta: perché ci si uccide per imporre la supremazia della propria razza, quando siamo tutti ugualmente esseri umani? Una coesistenza pacifica è proprio impossibile? Essendo una serie di due stagioni, dovremmo aspettare Marzo per ottenere una seconda risposta a questa domanda.
Venti minuti di pieno delirio è invece stato Love Stage: l’hanno reso alla perfezione. Delirante, dolce e con dei colori bellissimi. Si conferma uno dei BL più carini che abbia mai letto e infondo Taishi Zao e Eiki Eiki rimangono una garanzia quando si parla di BL~
A queste si aggiungono la conclusione di Brynhildr in the Darkness (qui) e Mekakucity Actors, di cui devo ancora parlare.

Quanto a libri e manga, ho finito di leggere La lanterna delle peonie, la cui “recensione” è in costruzione (come qualsiasi testo di letteratura giapponese, mi serve diverso tempo per consultare i manuali per costruire una recensione adeguata. E visto che è un testo per l’esame, ne approfitto per studiarlo per bene), Lo Squalificato (qui), Black Buttler 17/18 e Inuyasha. Aver finalmente finito Inuyasha è stato un sogno praticamente. Era da 5 o 6 anni buoni che aspettavo la parola fine, prima attraverso la serie, poi con il manga. Appena avrò terminato la visione della Final Act ci dedicherò un post a parte <3

  • TO SEE/TO READ

20140712_162416

Ho scattato la foto poco prima che si scatenasse
l’inferno e dovessi chiudere le imposte.

Ecco cosa mi aspetta questa settimana.

Dopo diversi anni, ecco che vede la conclusione Fate/Stay Night: non ho mai amato molto Shiro … diciamo pure che lo odio … ma nel manga l’ho trovato più sostenibile e così ho deciso di imbarcarmi in questa avventura. Inoltre la trama di Fate è carina e via via ha avuto sviluppi interessanti (quanto meno nello Zero di Urobuchi *coff*), perciò spero in un finale che non deluda totalmente le mie aspettative.
Ad unirsi le ultime uscite della settimana, Pandora (con cui sono in pari con le scan, quindi si tratta di una rilettura) e Angel Sanctuary. Di questo ho messo solo l’11, ma credo di riuscire ad andare un po’ più avanti.

Qui abbiamo un bel po’ di cosette. Sicuramente non riuscirò a leggerli interamente tutti in una settimana (se ce la facessi, mi sentirei Dio <3), quindi diversi rimarranno anche la prossima settimana. Per il #10 books abbiamo Cuore d’inchiostro e Lo schiavo del tempo: il primo è già in lettura e devo dire che mi sta piacendo, anche se ancora non mi si è acceso l’interruttore che mi fa ingoiare capitoli su capitoli in poche ore. Il problema è che da mesi ho letto solo letteratura giapponese e l’essere stata praticamente a digiuno di scrittura occidentale mi crea qualche problema ad ingranare.
Poi abbiamo, appunto, L’oca selvatica di Ogai per la letteratura nipponica, Il Vangelo secondo Gesù Cristo per il #nobel prize e Angelology come lettura personale.
Cercherò di andare avanti un pochino anche con gli stalli-a-vita, tipo Tess *urgh*, e con quel libro infinito che è il Genji (nella versione di Waley).

P.S.: dietro si vede quello che rimane dello scaffale Giappone, con i manuali di storia e filosofia, e le due edizioni del Genji. Più qualche intruso di letteratura e classico *coff*

Per quanto riguarda l’animazione, continuerò le serie attualmente in corso e credo porterò a completamento Black Bullet e Nobunaga the Fool. Forse guarderò qualche film e magari anche gli episodi di Reign che ho tirato giù, ma si vedrà se ne avrò il tempo.

 

Vediamo se sarò capace di mantenere questa piccola rubrichina con una cadenza decente … non so perché, ma ne dubito …

0 commenti:

Posta un commento

Popular Posts

© Aiko's Wonderland 2012 | Blogger Template by Enny Law - Ngetik Dot Com - Nulis