giovedì 28 agosto 2014

Sul comodino #6

Non sono morta … o quasi. Alla fin fine riesco a pubblicare questo piccolo post-ino, prima di sparire per le prossime due settimane, dove avrò quattro esami e la prima settimana del semestre. Spero di riuscire a sopravvivere ;v;

Bando alle ciance(?), ecco quello che ho letto negli ultimi tempi.

painPer il fronte romance M/M, ho fatto il pieno di short-stories di Cassidy Ryan: avendo iniziato da poco a leggere in lingua non mi sbilancio troppo con un giudizio stilistico, ma personalmente ho trovato lo stile della Ryan molto fluido e con un lessico abbastanza semplice per essere una scrittrice inglese e non americana. Mi sono piaciuti praticamente tutti (mi mancano giusto due romanzi brevi e poi ho letto tutto quello che sono riuscita a recuperare), ma li ho trovati più simili a pilot che vere e proprie storie. Mentre leggevo avevo la continua impressione che mancasse “qualcosa”, che per quanto i personaggi o le situazioni fossero ben impostate non fossero sviluppate a dovere. In molti casi la trama viene introdotta in medias res, lasciando un enorme vuoto su tutto quello che è venuto prima, sulle relazioni tra i personaggi, su come si siano conosciuti … ed è un enorme peccato visto che la Ryan ci saprebbe fare e si vede. Gli ultimi due romanzi brevi che mi mancano dovrebbero partire dal principio e per questo sono molto curiosa di vedere come li svilupperà. Tra tutti quelli che ho letto, menzione speciale va a Pain Management, che è riuscito ha farmi piangere con una scena davvero molto toccante, quanto meno per me. Anche se in realtà questa piccola storiella è scritta a due mani insieme a Zoe Nichols, di cui credo proprio cercherò di leggere qualcosina in futuro~
somePiacevole sorpresa è invece stata un’altra short-story, Something to Believe In di Sloan Parker. Dolce, toccante, la storia perfetta se si è depressi e ci si vuole tirare su. Credo che ogni volta che sarò giù di morale la rileggerò, così da pensare che il mondo non è poi così brutto come sembra.
Sono così melodrammatica a volte.
Ho finito anche Drawn Together di Z.A. Maxfield.
Drawn Together è un BL. Un vero e proprio BL, con la piccola differenza che i personaggi sono reverse, anche se abbastanza standardizzati secondo i canoni del sopracitato genere. Personalmente apprezzo molto i BL in fumetto (e ci sono storie veramente meravigliose e ben scritte, basti pensare a Nakamura Asumiko o Yoneda Ko), non altrettanto mi fa impazzire in romanzo. La Maxfield scrive bene, ma è troppo legata –o almeno questo è quello che mi è sembrato- al voler riprodurre un fumetto, dimenticandosi che in un romanzo manca tutta la parte visiva e dando per conosciute o assimilate delle sfumature dei caratteri dei personaggi, anche se in realtà non le ha mostrate se non in maniera frammentaria e poco approfondita. In parole povere, mi ha dato l’impressione che facesse affidamento ad un supporto “altro”, anche se questo “altro” non è presente. Comunque a conti fatti non è un brutto libro e anzi lo consiglio a chi volesse avvicinarsi al genere con una base BL/yaoi e magari non è pronta al “salto della quaglia”(?)
Non so cos’ho scritto, meh 8D

Ho poi finito Storie di Yokohama e La banda di Asakusa verrà conclusa a breve: mi manca Anima, ma non sono riuscita a leggerlo dovendo finire i due enormi e pesanti –per quanto interessantissimi- saggi Shingon di Yamasaki e Shugendo di Miyake per filosofia.

NEW

Ho inoltre fatto un’ultima spesona tra Amazon e la Mondadori (da quando hanno un distaccamento in centro è la mia fine).

20140828_133113
Bei libroni cicciottosi <3

Sì. Sono tanti, me ne rendo conto. Ma da adesso fino almeno a dicembre non potrò più prendere nulla e ho voluto fare un ultimo rifornimento. Infatti oltre ad avere le uscite manga-reccie, devo iniziare a lavorare sui due kimono maschili per Lucca … e prendere le parrucche … e la passamaneria per quello del San Donà … e ciao soldini vi ho voluto bene.

20140827_134344

Ecco qui quelli che ho recuperato in libreria, anche sfruttando lo sconto della Vodafone da 10 €: mai stata più felice di essere Vodafone.
In realtà quando sono andata con lo sconto ero nel pieno di una crisi di panico: NON SAPEVO COSA PRENDERE. Così ho vagato in mezzo agli scavali per mezzora in uno stato mezzo convulsivo e alla fine mi sono buttata su Il mondo d’acqua di Frank Schätzing. Avevo preso di mira questo scrittore fin da quando una mia amica aveva comprato Limit e scuriosando la quarta di copertina mi era venuta una voglia assurda di leggerlo. Peccato che nella foga non mi sono accorta che il suddetto libro non è uno dei suoi thriller. Ma un saggio. Non che la cosa mi dispiaccia, anzi, sono molto curiosa di leggerlo, però una volta a casa e accortami dell’errore mi è venuto da ridere come una scema *pfff* Insieme quel giorno ho preso anche Red di Kerstin Gier, invogliata, oltre che dalle ottime recensioni, anche dallo sconto del 25% sul catalogo TEA.
Lo stesso motivo, unito al fatto che un thriller di Schätzing volevo leggerlo, mi ha portato a prendere Il quinto giorno, che guarda caso (mica tanto, l’ho scelto apposta) è essenzialmente quello che fa “coppia” con il saggio che avevo preso in precedenza. Inoltre è quello che insieme a Limit mi aveva ispirato meglio, soprattutto perché mi ha ricordato un OAV che avevo visto tempo fa, Gyo, e che mi ha lasciato l’amaro in bocca … per lo schifo … e non perchè fosse fatto male, ma perché ci sono certe scene che fanno proprio schifo (es.: corpi in decomposizione).
In altri due giri separati ho preso L’uomo che non poteva morire di Timothy Findley e La principessa della Clare. Del primo avevo letto una recensione e mi aveva ispirato davvero moltissimo, sia per il tema, sia per il suo svolgimento. Per l’altro, invece, ho approfittato dello sconto del 25% sugli Oscar Bestseller per prenderlo a mano e non su Amazon, così da finire la trilogia.
In realtà su uno scaffale c’era Le ho mai raccontato del vento del Nord che mi guardava e credo di averlo preso in mano più e più volte, ma il prezzo associato ad un libricino così sottile e nessuno sconto sulla Feltrinelli mi hanno fermata. Anche sulla Beat non c’erano sconti, però un bel volume cicciottello a 10 € mi è sembrato ragionevole.

20140828_132217

Ecco qui, invece, l’ordine di Amazon <3
Voi non potete capire la gioia nel poter finalmente sfogliare quei tre meravigliosi libretti lì in basso: Hot Target, Force of Nature e All Through the Night di Suzanne Brockmann. E ora che sono tra le mie mani partirà la rilettura compulsiva, perché non è passato neppure un mese, ma già mi mancano Jules e Robin. Attenderò con pazienza le edizioni italiane per gli altri libri della serie (appena potrò, infatti, recupererò i primi due usciti), ma questi tre dovevano essere miei. SUBITO. IN DOPPIA EDIZIONE. Cosa che ho fatto solo con X e la Rice. Ma dovevo.
A questi si aggiungono Città delle anime perdute della Clare, di cui ho continuato a posticipare l’acquisto nell’attesa dell’uscita del sesto e ultimo volume in Italia (che tanto uscirà in Oscar il prossimo anno, ma almeno posso reperire l’ebook in caso). Posticipato talmente tanto che devo riprendere in mano il numero quattro per ricordarmi nei dettagli cos’era successo. Si capisce che questa seconda trilogia non mi faccia impazzire, eh- Comunque ho approfittato degli sconti e finalmente l’ho preso.
Per la TEA, anche lei con il suo bello sconto, ho completato la trilogia delle gemme con Blue e Green, visto che in libreria non c’erano *meh* Ora sono pronta per leggerla tutta di filato <3
Ho completato la trilogia prima di fare la stessa cazzata che ho fatto con quella su Gemma Doyle: ho solo l’uno, ma quando l’ho preso erano tutti e tre disponibili. Ora il terzo è irreperibile. SCEMA ME.
Insieme a loro ho preso anche La straniera di Diana Gabaldon. QUALCOSA mi ha fatto venire una voglia matta di leggerlo *le coff*. Sto scaricando passo passo anche Outlander, il telefilm tratto dal libro, ma per il fatto che “posso vedere qualcosa sapendo come va a finire, ma leggerlo no”, prima finirò il romanzo e poi vedrò lo sceneggiato. Per ora ho solo dato qualche sbirciatina e solo sentire le musiche celtiche mi ha mandato in brodo di giuggiole~ Farò lo sforzo di vederlo nonostante non mi piaccia per nulla l’inglese recitato: a me la forza!
Per ultimo Io voglio della Ward: sì, lo so, in Italia la serie è bloccata al secondo volume, per giunta esaurito, ma veniva 3 € e aveva il 55% di sconto--- Sì, esatto, essenzialmente l’ho pagato 1,75 €. Ed è l’edizione della Rizzoli, quella originale, non edizioni economiche. Probabilmente dovranno svuotare il magazzino, perché tranne il codice a barre “bruciato” che ha intaccato la rilegatura sottostante, di per sé non ha difetti. Mah. Se mi prenderà bene (è la Ward, me lo chiedo pure?) recupererò gli altri in inglese~ Ma ha la priorità il recupero della Confraternita, visto che rimarrà ferma per un po’, dato che hanno raggiunto le uscite americane. Spero di poter stringere Porpora tra le manine molto presto <3

E con questo passo e chiudo, sperando di superare indenne gli esami ;v;

8 commenti:

  1. Dai, forza, forza per gli esami; non ti arrendere! Io sono sotto per la tesi invece. Ahimè.
    Ad ogni modo, mi ha stupito la tua spesona, quanti libri!! Non ho mai letto Red, ma anche io ho trovato delle recensioni positive. Shadowhunter lo adoro!!

    Ciaoo
    by Roberta

    Ti lascio il link del mio nuovo blog se vuoi fare un salto. Ogni settimana posto dei articoli su libri, recensioni, anteprime, news e dolci.
    Mi raccomando ci conto. un bacione.
    Dolci&Parole
    Facebook
    Canale YOUTUBE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quest'anno dovrò mettermi sotto pure io con la tesi: deo grazia, alla triennale non la discutiamo, altrimenti già sarei andata in panico ;___; Forza e coraggio anche a te ><3

      Elimina
    2. Bello quando Blogger decide di eliminarmi mezzo commento <3
      Comunque sembrano molti, ma in realtà è da maggio scorso che non compro libri, quindi è come se questa spesona sopperisca ad un anno di spesa ;v;
      Shadowhunters mi ha preso molto bene per i primi tre libri, anche se mi ha fatto storcere molto il naso =/ Red & Co. li ho finiti giusto ieri e li ho trovati molto carini, anche se mi aspettavo qualcosa di più: probabilmente io e gli YA non andiamo più d'accordo ;;

      Faccio un salto sicuramente <3

      Elimina
  2. Ciao Ilaria :)
    Ho visto che sei passata nel mio blog,e mi andava di ricambiare.Comunque ho visto che tra i tuoi nuovi acquisti c'è anche la trilogia delle gemme,io l'ho letta e devo dire che mi è piaciuta molto,la Gier usa un tipo di scrittura molto scorrevole.
    Buona fortuna per il blog,a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo dire che sono una stalker silenziosa negli altri blog, visto che le mie letture sono molto saltuarie e tanti dei titoli citati non li ho letti e non saprei come commentare ;v;
      L'ho giusta finita ieri e devo dire di averla trovata molto carina: concordo, la Gier ha uno stile fluidissimo, fa passare le 1000 pagine della trilogia come fossero acqua. Tranne la pazzia di voler realizzare uno dei vestiti di Gwenny, in generale mi sa che ormai non vado più d'accordo con gli YA, mi aspettavo qualcosa "di più", anche se non saprei dire cosa ;;
      Grazie mille, a presto <3

      Elimina
  3. Ciao! :D
    Quanti bei libricini u.u Anch'io ad agosto mi sono data alle spese xD
    Ho fatto due ordini: uno sul libraccio e uno alla mondadori approfittando anch'io dello sconto dalla Vodafone (Vodafone continua così, please!!!). Ho visto che anche te, come me, sei nuova nella blogosfera per cui ti auguro buona fortuna! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per la precisione sto nella Babilonia del veneto, nella Terra di Mezzo con le nutrie(?) *pff*
      L'estate è un male per le spese: sei a casa -> puoi ordinare. Esci fuori -> ti imbatti nelle librerie. E' UN GOMPLOTTO.
      Libraccio mi perseguita: prima o poi andrò giù a Bologna in negozio, devo. Quando avrò soldi.
      La Vodafone devono farla santa ;AAAA; E che ripeta l'offerta. Anzi, che la tenga fissa, non mi lamento.
      Aww, grazie mille ;v; Buona fortuna anche a te <3

      Elimina

Popular Posts

© Aiko's Wonderland 2012 | Blogger Template by Enny Law - Ngetik Dot Com - Nulis